SEI IN > VIVERE PARMA > CRONACA
articolo

Estorsioni ai titolari di locali notturni, 7 in manette: un arresto anche a Parma

1' di lettura
16

La Procura Generale di Perugia ha intensificato la lotta alla criminalità organizzata emettendo sette mandati di arresto per individui condannati in vari centri urbani, tra cui Pesaro, Mondolfo, Potenza Picena, Montelupone, Volterra, Viterbo e Parma.

Complessivamente, le condanne sommate superano il mezzo secolo di detenzione, segno tangibile della serietà delle accuse e della pericolosità degli individui coinvolti.

Questi soggetti, tutti italiani, erano membri attivi di un'organizzazione criminale notoriamente coinvolta in una serie di attività illecite che spaziavano dal traffico di droga all'usura, fino all'estorsione. Le indagini hanno rivelato che questa rete criminale ha seminato terrore nelle comunità locali per più di un decennio, prendendo di mira principalmente gestori di locali notturni e imprenditori, costretti a versare somme esorbitanti sotto la costante minaccia di violenze e danni.

Un aspetto particolarmente allarmante della loro operatività era la facilità con cui si procuravano armi e esplosivi, spesso barattati con sostanze stupefacenti, come dimostra un episodio risalente a quattordici anni fa in cui dodici chilogrammi di esplosivo furono scambiati per un chilogrammo di cocaina.

Le sentenze inflitte ai membri dell'organizzazione vanno da un minimo di quattro anni a un massimo di dieci anni di reclusione.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Telegram di Vivere Parma.
Per Telegram cercare il canale @vivereparma o cliccare su https://t.me/vivereparma
È attivo anche il nostro canale Facebookfacebook.com/vivereparma/


Questo è un articolo pubblicato il 15-04-2024 alle 13:17 sul giornale del 17 aprile 2024 - 16 letture






qrcode