Ucraina. In partenza dall’Emilia-Romagna un team sanitario per le attività di supporto dei piccoli pazienti ucraini in fuga dalla guerra

2' di lettura 28/04/2022 - Un team di professionisti della sanità emiliano-romagnola sta per partire alla volta di Rzeszow, in Polonia, dove dal 29 aprile all’8 maggio sarà di supporto alle attività di evacuazione medicalizzata di bambini e ragazzi ucraini scappati dalla guerra e bisognosi di cure mediche. Il team, inoltre, valuterà chi ha bisogno di un trasferimento in Italia e organizzerà il trasporto.

La Regione Emilia-Romagna dà ancora una volta il suo contributo all’emergenza in Ucraina rispondendo a una richiesta del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile. Il team sanitario organizzerà il triage e il successivo trasferimento di profughi con necessità di ricovero che avverrà inizialmente presso il Policlinico Sant’Orsola e coinvolgerà poi le altre strutture sanitarie dell’Emilia-Romagna in base alle specifiche patologie dei pazienti e alla disponibilità dei posti letto. Particolare attenzione verrà posta ai piccoli pazienti oncologici e alle vittime di esplosioni. La task force sarà, inoltre, in costante contatto con i medici del Policlinico per confrontarsi sulle diagnosi e sulle necessità cliniche e terapeutiche.

L’assessorato regionale alle Politiche per la salute ringrazia tutto il sistema sanitario impegnato in questa iniziativa di collaborazione e fratellanza. Ad operare sul campo sono Davide Scaccaglia, infermiere dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, Ilaria Corsini, pediatra d’urgenza, e Giovanni Volpe, anestesista rianimatore, entrambi dell’IRCCS Policlinico di Sant’Orsola di Bologna.

Davide Scaccaglia, 32 anni, di Parma, è un infermiere presso la Centrale operativa 118 Emília Ovest ed Elisoccorso della Azienda Ospedaliera Universitaria di Parma. Ha svolto diversi tirocini a Madrid ed è abilitato all’esercizio della professione in Italia e in Spagna.

Ilaria Corsini, nata a Siena 51 anni fa, lavora come dirigente pediatra all’IRCCS Policlinico di Sant’Orsola dal novembre 2009; da maggio 2021 è anche responsabile del Centro di Formazione IRC (Italian Resuscitation Council) del Policlinico Sant’Orsola-Malpighi.

Giovanni Volpe, 35 anni, di Avellino, da novembre 2020 è dirigente medico presso il dipartimento di “Anestesia e terapia intensiva nelle emergenze locali, regionali e nazionali e nella chirurgia addominale maggiore” dell’IRCCS Policlinico di Sant’Orsola.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2022 alle 21:05 sul giornale del 29 aprile 2022 - 94 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione, emilia romagna, regione emilia-romagna, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c4wu





logoEV